Herat. Capodanno con i soldati italiani in Afghanistan.

I militari italiani della brigata Garibaldi hanno festeggiato in Afghanistan il capodanno. Alla mezzanotte del 31 dicembre si è conclusa dopo 13 anni la missione Nato combattente Isaf che ha lasciato il posto a Resolute support  con compiti esclusivamente di assistenza e supporto alle forze di sicurezza afghane. A Herat rimangono 750 soldati italiani che si ridurranno ulteriormente entro i prossimi mesi fino alla chiusura della base che sarà ceduta agli afgani.

Itaca 2 da Shindand in Afghanistan a Salerno

Il lungo viaggio dell’ultimo convoglio dall’ultima base operativa avanzata di Shindand in Afghanistan fino all’Italia. Procede come previsto il ritiro del nostro Contingente. Ora tutti i militari italiani sono concentrati nella base di Herat in attesa della conclusione della Missione Isaf e delle decisioni della Nato e del Parlamento italiano per la nascita di una nuova missione di assistenza, supporto e addestramento per aiutare la ricostruzione del nuovo Aghanistan democratico