Afghanistan.
Ritorno nelle basi avanzate

Anche gli Italiani si stanno preparando

Le truppe della Nato sono in procinto di  tornare in alcune basi avanzate dell’esercito afghano per supportarlo nella pianificazione e gestione dei combattimenti contro i talebani. Una decisione presa quest’estate al vertice di Varsavia.

Una scelta che rivela quanto ancora sia precaria la situazione sul terreno e quanto ancora gli Afghhani abbiano bisogno del  sostegno Nato di fronte alla minaccia degli insorti, che, a 15 anni di distanza dall’inizio della guerra, controllano ancora una parte del paese e sono ancora in grado di minacciare il futuro dell’Afghanistan. Il nostro inviato, Ettore Guastalla, è andato in Afghanistan per documentare i preparativi di questa nuova fase.

Quella dell’Afghanistan ormai è sempre più una guerra dimenticata: la prima parte del reportage di Ettore Guastalla

Rainews reportage – Afghanistan, la guerra dimenticata



In Afghanistan si combatte ancora, anzi, nell’ultimo periodo si assiste ad una recrudescenza dei combattimenti con migliaia di morti. Anche nella zona controllata dagli Italiani, più tranquilla di altre, si combatte. L’inviato di Rainews Ettore Guastalla ci racconta di due sanguinose battaglie combattute dall’esercito afghano ma con l’assistenza e la guida delle nostre forze speciali.

Nato e Russia. intervista esclusiva al capo militare della Alleanza Atlantica Petr Pavel

La Nato risponde alla aggressività della Russia in Ucraina, Siria e nord Europa annunciando un rafforzamento del dispositivo militare sulle frontiere della Russia. L’Italia assumerà il comando della forza di intervento rapidissimo ed invierà una compagnia di 140 uomini nei Paesi baltici. Ettore Guastalla ha intervistato in esclusiva il comandante militare della Nato gen. Petr Pavel con cui ha parlato di fianco sud, Mediterraneo e Afghanistan

Prima donna soldato riceve la medaglia d’oro al valore dell’Esercito

Medaglia d’oro alla bersagliera Monica Contrafatto.
E’ la prima soldatessa dalla prima guerra mondiale a ricevere l’alta onorificenza della medaglia d’oro al valore dell’Esercito.
L’esercito italiano ha celebrato i suoi 154 anni,il ministro della difesa Pinotti ha conferito delle onorificenze a nostri soldati.
Per la prima volta dalla prima guerra mondiale una medaglia d’oro al valore è stata concessa ad una soldatessa, Monica Contraffatto ferita gravmente in Afghanistan. L’ha intervistata Ettore Guastalla

Herat. Capodanno con i soldati italiani in Afghanistan.

I militari italiani della brigata Garibaldi hanno festeggiato in Afghanistan il capodanno. Alla mezzanotte del 31 dicembre si è conclusa dopo 13 anni la missione Nato combattente Isaf che ha lasciato il posto a Resolute support  con compiti esclusivamente di assistenza e supporto alle forze di sicurezza afghane. A Herat rimangono 750 soldati italiani che si ridurranno ulteriormente entro i prossimi mesi fino alla chiusura della base che sarà ceduta agli afgani.